Giovanni, 55 Agronomo - Associazione Donatori San Marco

GIOVANNI SAN MARCOHo donato per la prima volta molti anni fa, nel 1993, ad Enna. Un parente aveva bisogno di sangue. Ho donato il mio ma poi mi sono fermato. Qualche mese dopo, infatti, ho cominciato a lavorare all’estero e non sono più riuscito a donare.

Dopo questo evento sono passati diversi anni, esattamente sei. Ho deciso di donare nuovamente quando l’Associazione ha chiesto un aiuto in seguito ad un incidente  in cui era rimasto vittima un giovane. Da quel momento ho deciso di diventare un donatore abituale dell’Associazione San Marco e oggi dono il sangue molto spesso. Anche se sono di Regalbuto, in provincia di Enna, preferisco venire alla San Marco. La mia leva motivazionale è la voglia di fare qualcosa di buono per gli altri. Donare non costa assolutamente nulla.

Quando mi chiedono come mi sento dopo una donazione io rispondo sempre che a livello fisico non ho mai avuto alcun problema. A livello emotivo, invece, devo dire che la mia seconda esperienza da donatore mi ha trasmesso non poche emozioni. Sono stato molto toccato dalla vicenda di quel giovane ragazzo vittima di incidente.

Tutti dovrebbero donare, farsi condizionare da paure inutili non ha senso. E’ la stessa cosa che prova una persona che ha paura di nuotare. Inizialmente la paura condiziona, ma poi ci si rende conto che la capacità di saper nuotare è insita nella persona stessa. Lo stesso avviene per coloro i quali hanno paura di donare. Facendo un gesto semplice, donando sangue, si compie qualcosa di estremamente altruista, traendone peraltro beneficio: si ha un giorno libero dal lavoro e si ricevono gratuitamente le analisi del sangue.

This Campaign has ended. No more pledges can be made.

  • 0 Backers

    Donation

  • -7 Backers