In Italia, da oltre 10 anni, trasfusioni più sicure

In Italia, da oltre 10 anni, trasfusioni più sicureSecondo un comunicato del Centro Nazionale Sangue, organo appartenente al Ministero della Salute, da oltre 10 anni non ci sono state più segnalazioni da HIV o epatite a seguito di una trasfusione.

Ciò è dovuto al fatto che ogni donazione di sangue viene successivamente sottoposta a dei test, anche molecolari, per la ricerca di HIV ed epatite B e C. I risultati del test, nel 2015, ultimo anno di raccolta dati, hanno consentito di bloccare 1709 positività su 1691 donatori.

Il livello di sicurezza è garantito sia da un sistema basato su donazioni volontarie e periodiche, su soggetti responsabili e non remunerati, dall’utilizzo di test di laboratorio altamente sensibili e da una accurata selezione medica dei donatori, che esclude possibili soggetti a rischio.

Come dichiarato dal Direttore del Centro, Giancarlo Maria Liumbruno, “il rischio residuo di contrarre un’infezione a seguito di una trasfusione di sangue è prossimo allo zero”, in quanto di fronte a più di 3 milioni di emocomponenti trasfusi ogni anno, da oltre 10 anni non sono state segnalate infezioni post-trasfusionali da HIV, virus di epatite B o C.

“Le sentenze della magistratura, riportate periodicamente dai media”, aggiunge Liumbruno, “ si riferiscono a trasfusioni avvenute negli anni ’80 e ’90, quando il sistema di vigilanza e le stesse conoscenze scientifiche erano molto diverse”.

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto e accettato la Privacy Policy

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This Campaign has ended. No more pledges can be made.


    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.donatori-sanmarco.it/home/wp-content/plugins/appthemer-crowdfunding/includes/theme-stuff.php on line 122